sabato 5 agosto 2017

Bomba d'acqua e frana causano una vittima a Cortina (BL)

Mentre l'intera penisola è sotto la morsa del caldo, nella notte scorsa una bomba d’acqua si è riversata sulla zona del Cristallo a Cortina (BL), la quale ha generato una forte colata detritica.
I soccorritori sono impegnati fin dall'inizio dell'emergenza scattata nel cuore della notte: le squadre dei soccorritori dei Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, Carabinieri e Polizia di Stato in particolare si sono dedicati alla ricerca di una donna scomparsa. L’auto della donna è stata individuata dai cinofili del Soccorso Alpino nell’alveo del torrente tra Rio Gere e Lago Scin. I soccorritori anche con l’aiuto di una piccola pala meccanica hanno liberato l’auto, ma purtroppo il personale medico del Suem 118 ha dovuto constatare la morte della donna. 
Con l'aiuto delle prime luci è stato possibile fare un quadro più preciso e dettagliato della situazione, grazie anche al sorvolo dell'area da parte di Drago 81, l'elicottero dei Vigili del Fuoco.

La colata detritica ha inoltre interrotto la strada delle Dolomiti che dalla località Ampezzana porta a Passo Tre Croci, all’intersezione degli impianti di risalita del Faloria e del Cristallo. In località Alverà la colata ha invaso anche alcune abitazioni e danneggiato diverse automobili.
Incessante continua il lavoro di tutte le componenti che formano la della macchina dei soccorsi, mentre sul posto anche il presidente della Regione Veneto Zaia che ha firmato lo stato di crisi.

Di seguito alcune immagini, fonte Vigili del Fuoco.







Nel frattempo il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto ha dichiarato per domenica 6 agosto 2017 con fase più significativa (fenomeni più frequenti e diffusi) nel pomeriggio/sera, lo stato di PREALLARME sui bacini montani e pedemontani e di ATTENZIONE sul resto delle Regione.
In particolare sulle Dolomiti, l’allerta vale già a partire dal pomeriggio di oggi, sabato 5, fino a tutta domenica 6.