martedì 16 maggio 2017

Le ricerche del 45°GRU presentate in Francia da Valentino Straser al Simposio Internazionale sui fulmini e sui fenomeni temporaleschi e tempestosi.

Dal 2009 è operativo in Francia "le laboratoire de Recherche sur la Foudre" un Laboratorio per la Ricerca sui Fulmini, creatori dalla ristrutturazione del gruppo di studio sui fulmini nato nel 1994. (www.labofoudre.com)


Il team di 16 scienziati è formato da ricercatori, ingegneri e tecnici provenienti da diverse organizzazioni di ricerca di cinque diverse nazionalità sotto la direzione di Raymond Piccoli, astrofisico e esperto di fulmini.
I componenti del team, esperti in varie discipline dall'astrofisica alla fisica, dalla meteorologia alla fisica e chimica dei materiali, dalla geologia alla botanica, sono suddivisi in tre sezioni di indagine ed analisi: Studi e Ricerche, Astrofisica e Studi solari.

Le ricerche di questo laboratorio si concentrano principalmente sullo studio e l'analisi degli effetti dei fulmini al momento dell'impatto. Si tratta così di approfondire gli ultimi metri del percorso di un fulmine, la scarica e e tutte le conseguenze, gli eventi e danni derivanti: fulmini globulari, effetti fisici al momento dell'impatto, tracce e danni a materiali e piante, fenomeni specifici studio tracciante relative a fulmini, ecc...

Il Laboratorio è ad oggi una delle poche unità di ricerca al mondo a concentrarsi sui fulmini.

Tra le varie attività, ogni due anni il Laboratorio organizza il Symposium International sur la Foudre et les Phénomènes Orageux (ISL-SRP), Simposio Internazionale sui fulmini e sui fenomeni temporaleschi e tempestosi.
L'incontro tra gli attori scientifici e di ricerca sui fulmini e relativi fenomeni, si propone di fotografare lo stato dell'arte sugli studi in questo campo, ponendo le basi per future collaborazioni e sinergie tra i ricercatori.


Lo scorso 10 e 11 maggio 2017 ad Aurillac si è tenuta la seconda edizione del Simposio che ha visto una folta partecipazione ed un ricco e denso programma di interventi e temi.
Potete prendere visione del comitato scientifico e dell'intero programma degli interventi al seguente link.

La locandina dell'evento internazionale

E' doveroso evidenziare e sottolineare la partecipazione tutta italiana per relatore e contenuti, attraverso l'intervento di Valentino STRASER del Department of Environmental and Science U.P.K.L. di Bruxelles (Belgio), dal titolo Ball lightning and strange phenomena in the Po Plain Valley, near Rovigo (Italy) - Valentino STRASER, Jerry ERCOLINI - 45°GRU (Italy).
L'intervento mirava ad esporre i fenomeni luminosi anomali che l'amico Jerry Ercolini del 45°GRU (www.45gru.it) registra da anni nel Polesine con continui e costanti monitoraggi di alto livello tecnico, che se pur a livello amatoriale, sono stati presentati in più occasioni in convegni scientifici internazionali.


Proprio con l'amico Jerry Ercolini, collaboriamo su alcuni fenomeni luminosi indagandoli quali possibili luci sismiche, le cosidette EarthQuakeLight (EQL). Trovate alcuni approfondimenti e casi indagati nel blog cliccando al seguente link.

Ancora una volta un plauso alla preparazione tecnico scientifica, alla costanza e alla dedizione con cui Jerry Ercolini e il 45°GRU portano avanti le loro ricerche.