domenica 24 gennaio 2016

Radio Pirata: le emittenti radio clandestine

Tra la vasta schiera di stazioni e servizi ascoltabili nell'ambito del radioascolto, le Radio Pirata hanno suscitato da sempre in me particolare interesse e fascino.




Storicamente si trattava di emittenti non ufficiali, che trasmettono programmi di natura politica. 
Le stazioni clandestine proliferano ovunque esistano conflitti politici o religiosi, guerre calde e fredde, guerriglie, movimenti indipendentisti. 

Non annunciano mai la località da cui trasmettono, o ne indicano una fittizia; possono essere ubicate nel paese per il quale trasmettono, magari nascoste in qualche cantina, oppure in un paese straniero, che a volte, le ospita e le aiuta, a volte non ne conosce nemmeno l'esistenza.
La località di emissione può essere cambiata di giorno in giorno, per evitare di essere scoperti, trasportando i trasmettitori a bordo di autocarri, di muli o persino a spalla.
Durante il regime franchista, due emittenti operavano verso la Spagna: Radio Espana Independiente, con base in Russia, e Radio Euzkadi, emittente dei Paesi Baschi, che, forse, trasmetteva dal Venezuela; furono ascoltabili regolarmente per anni ed ebbero importanza nella lotta antifranchista.

Molte stazioni sono legate a lotte e propagande di tipo religioso e politico, ma con il tempo sono cresciute anche le stazioni con il solo scopo di intrattenere il pubblico. Queste ultime sono solitamente gestite da semplici amatori che trasmettono in maniera più o meno continuativa, musica rock e commenti.

Ciò che accomuna tutte queste stazioni è il fatto che le operazioni di trasmissione non sono consentite dalla legge.

Tempo fa avevo effettuato in maniera quasi fortuita, il mio primo ascolto di una stazione pirata: si trattava di Radio Merlin.
Nei giorni scorsi mi sono dedicato anche io a questo tipo di ascolto riuscendo a sintonizzare diverse stazioni pirata.

22/01/2016 14.30 14.50 6.325,0 RADIO GOOFY
22/01/2016 15.20 15.30 6.302,0 MISTI RADIO
22/01/2016 15.30 15.50 6.318,0 RADIO ALTREX
22/01/2016 15.50 16.00 6.302,0 MISTI RADIO
23/01/2016   9.50 10.30 6.300,0 RADIO PAARDENKRACHT
23/01/2016 15.00 15.10 6.305,0 TELSTAR RADIO
23/01/2016 17.00 17.15 5.810,0 PANDA RADIO

Come potete vedere, alcune stazioni hanno già dato conferma ai miei rapporti d'ascolto.



In futuro continuerò la ricerca e l'ascolto di questa particolari emittenti radiofoniche.

73 de giorgio de luca SWL I-4979/VE

lunedì 18 gennaio 2016

Sequenza sismica Campobasso - gennaio 2016

Da alcuni giorni è in atto una sequenza sismica vicino a Campobasso, nella zona tra Vinchiaturo e Baranello.

L'evento principale al momento è un terremoto di magnitudo Mw 4.3 avvenuto il 16-01-2016 18:55:11 (UTC) / 16-01-2016 19:55:11 (UTC +01:00) ora italiana, con coordinate geografiche (lat, lon) 41.53, 14.6 ad una profondità di 10 km.

In questa prima mappa è riportata la distribuzione delle intensità strumentali di questo evento . La scala utilizzata è la Scala Mercalli Modificata (MMI - Modified Mercalli Intensity) e si basa sui valori registrati di effettivo scuotimento del suolo in termini di accelerazione e velocità del suolo. 


Il terremoto principale è stato risentito in gran parte della provincia di Campobasso ed Isernia, ma anche in alcune zone delle province limitrofe di Caserta, Benevento e Foggia. Di seguito la mappa del risentimento sismico in scala MCS (Mercalli-Cancani-Sieberg) che mostra la distribuzione dei risentimenti sul territorio.



Da inizio anno si sono registrate oltre cento scosse nell'area, molte delle quali, a partire dal 13 gennaio percepite dalla popolazione. Oltre all'evento di magnitudo maggiore altre quattro scosse hanno superato la magnitudo 3 facendo registrare magnitudo comprese tra 3.2 e 3.6.

La sequenza sismica è ovviamente costantemente monitorata dagli enti di monitoraggio sismico in contatto con gli enti preposti alla sorveglianza del territorio ed all'eventuale soccorso.
Allo stato attuale delle conoscenze tecnico scientifiche non è possibile prevedere i terremoti, è pertanto impossibile determinare se ci saranno o meno scosse di magnitudo superiore.
E' bene tuttavia ricordare che ogni anno avvengono decine di sequenze simili senza che queste sfocino in eventi superiori e catastrofici.


Approfondimenti
Approfondimento 01 a cura di INGV https://ingvterremoti.wordpress.com/2016/01/16/evento-sismico-in-provincia-di-campobasso-m-4-1-16-gennaio-ore-1955/
Approfondimento 02 a cura di INGV https://ingvterremoti.wordpress.com/2016/01/17/eventi-sismici-in-provincia-di-campobasso-aggiornamento-del-17-gennaio-2016-e-approfondimento/
Articolo e analisi del prof. Marco Muciarelli http://tersiscio.blogspot.it/2016/01/gennaio-terremoti-e-neve.html

sabato 16 gennaio 2016

SETI - Nuova interpretazione per il segnale wow!

Il 15 agosto 1977 l'astronomo Jerry Ehman ha rilevato dal radiotelescopio BigEar dell'università dell'Ohio un segnale anomalo successivamente battezzato e denominato "wow!". Il segnale ebbe una durata di 72 secondi, ma non fu mai più rilevato in seguito. 

Il radiotelescopio BigEar nel 1977, dismesso nel 1997 e smantellato nel 1998

Tra le varie caratteristiche del segnale, particolare attenzione è stata posta alla frequenza di ricezione, pari a quella dell'idrogeno, frequenza che molti astronomi e studiosi ipotizzano come più probabile per eventuali comunicazioni nello spazio. Questa ed altre caratteristiche lasciavano intendere una provenienza esterna alla Terra e al Sistema Solare. 

Il segnale "wow!"
Tale segnale è sempre stato considerato dai vari ricercatori di intelligenza extra terrestre con i vari progetti SETI, un punto fermo della ricerca stessa.

Recentemente Antonio Paris, astronomo al St Petersburg College (Florida), avanza un'alternativa naturale: la "colpa" del segnale ricadrebbe su due comete, la 266P/Christensen e P/2008 Y2, che nel 1977 passarono nella porzione di cielo scandagliata dal radiotelescopio e l'idrogeno rilasciato dal loro nucleo potrebbe aver causato il segnale. Nessuno però se ne accorse: le due comete vennero "scoperte" solo anni dopo.

Quando le comete passano vicino al Sole dalla loro superficie sublima una grande quantità di vapore acqueo che, bombardato dai raggi ultravioletti, si spacca nei suoi componenti: idrogeno e ossigeno. L'idrogeno libero va a formare la coda della cometa e sottoposto all'energia che arriva dal Sole inizia a vibrare assorbendo e rilasciando energia. Ciò avviene a una frequenza di 1420 megahertz: una "firma" dell'idrogeno. Il segnale era quindi "solo" questo?

Non tutti sono d'accordo, e tra il 2017 e il 2018 potremmo avere la controprova o la smentita di questa nuova e più concreta interpretazione. Le due comete infatti torneranno vicino alla Terra: se sono state loro a emettere il segnale nel 1977, potrebbero rifarlo. Non resta che aspettare con le antenne accese.


Fonte: Focus.it

venerdì 8 gennaio 2016

Conferma con report preliminare della trasmissione di Natale SAQ

In riferimento alla trasmissione di Natale della stazione SAQ in banda VLF, oggi ho ricevuto una mail con un report preliminare degli ascolti della trasmissione speciale da Grimeton.

Foto tratta dal sito alexander.n.se

E' stata un'emozione trovare il mio nome tra gli ascoltatori che da tutto il mondo si sono messi in ascolto di questa trasmissione della stazione SAQ.

Di seguito il testo della mail ricevuta ed il report allegato.

CQ,Here is a list of Preliminary Summary Reports of SAQ transmission on Christmas Eve Dec 24th, 2015.The transmission appears to be our best so far. An up-dated version will be published on our web.site www.alexanderson.n.se later on. RegardsLars/SM6NM
Repor allegato


Ora non resta che attendere (impazientemente) l'arrivo della QSL.

mercoledì 6 gennaio 2016

Corea: test nucleare e terremoto.

Un secondo dopo le 2 (ora italiana) di mercoledì i sismografi in Corea del sud, Giappone e Stati Uniti hanno registrato un terremoto di 5,1 gradi della scala Richter in Corea del nord, a circa 50 km a nord di Kilju, non lontano dal confine con la Cina. 

Il sismogramma dell'evento rappresenta onde caratteristiche
di forti esplosioni poco profonde (Anthony Lomax, ALomax scientific)
L’analisi delle onde sismiche ha fatto subito capire che non si era di fronte a un terremoto di origine naturale, ma provocato da un’esplosione atomica. Poco dopo è giunta la conferma da Pyongyang, che ha reso noto di aver condotto con successo alle 10 (ora locale) un test con una bomba all’idrogeno. 
L’area dell’epicentro del terremoto coincide infatti con quella dei test nucleari nordcoreani precedentemente effettuati.

Di seguito alcuni grafici di comparazione e confronto tra l'evento odierno ed i precedenti test effettuati nella stessa area.

Confronto dell'odierno test nucleare della Corea del Nord (2016) e un precedente
terremoto di M 5.0 (2005). Le distanze dei due eventi dal sismometro sono simili
e pertanto comparabili (Andy Frassetto, IRIS)

La sovrapposizione e il confronto degli eventi sismici
generati da successivi test nucleari (Andy Frassetto, IRIS)

Registrazione e confronto della componente verticale degli eventi
registrati in occasione dei test nucleari nel 2013 e nel 2016.


Fonte dei dati e dei grafici IRIS:
http://ds.iris.edu/ds/nodes/dmc/specialevents/2016/01/05/2016-north-korean-nuclear-test/

Lieve evento sismico in provincia di Belluno

Un terremoto di magnitudo ML 2.0 è avvenuto nella provincia/zona Belluno il
06-01-2016 08:33:28 (UTC) 5 ore, 56 minuti fa
06-01-2016 09:33:28 (UTC +01:00) ora italiana
con coordinate geografiche (lat, lon) 46.58, 12.38 ad una profondità di 1 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

Vista la bassa magnitudo l'evento è stato avvertito da una minima parte della popolazione con un basso risentimento sismico. Non si registrano danni a cose o persone.


domenica 3 gennaio 2016

Raccolta anomalie, disturbi e modifiche del campo magnetico ed elettrico

Esattamente tre anni fa avevo iniziato un lavoro di raccolta di segnalazioni di anomalie, disturbi e modifiche al campo magnetico ed elettrico.
Nel tempo tale raccolta è passata in secondo piano e ha ottenuto scarsi risultati in quanto poco pubblicizzata.
In questi giorni ho rimesso a punto una nuova scheda per la segnalazione e rilevazione di anomalie, disturbi e modifiche al campo magnetico ed elettrico.


Tali rilevazioni hanno essenzialmente due finalità di studio scientifico.Il primo è legato allo studio delle leggi propagative delle onde radio e di eventuali anomalie.Il secondo legato allo studio di possibili precursori sismici elettromagnetici, pertanto tali dati potrebbero essere in futuro utilizzati ed incrociati con i dati di eventi sismici al fine di trovare eventuali e possibili correlazioni tra i fenomeni.




Si invitano pertanto tutti i radioamatori, radio appassionati e non a compilare il modulo al verificarsi di una anomalia radio elettrica, indipendentemente dalla presenza o meno di attività sismica.



Avendo questo modulo scopo scientifico, se pur amatoriale, i dati verranno resi disponibili a chi ne farà richiesta con il solo scopo di studio e scientifico (non commerciale) ad esclusione dei dati personali (nome e mail).


E' possibile compilare il modulo cliccando qui!



Per una maggiore visibilità del questionario e per raccogliere un maggior numero di dati, potete segnalare il link a questo post ed al modulo.

Ringrazio fin d'ora quanti vorranno collaborare al completamento di questo database!!!

sabato 2 gennaio 2016

Le QSL di dicembre 2015

Fino a questo momento analizzando le statistiche del servizio eQSL ho ricevuto conferma da 64 paesi e oltre 230 prefissi differenti.


























Nonostante questo nulla può togliere l'emozione e la sorpresa di trovare nella cassetta della posta una QSL cartacea, o una lettera di conferma, di radioamatori, broadcasting o utility ascoltate. 

Radioamatori



DDH7 e DDH9 - stazioni meteo


SCR10 ITACABLE - stazione di tempo - 10.000 kHz



Radio Praga - 9.955 kHz


RTBF International - Belgio - 621 kHz 


73 de giorgio - SWL I-4979/VE

2016 nuovo anno di Ricerca e Sperimentazione

Come ogni inizio anno è arrivato il momento del bilancio dell'attività dell'anno appena concluso:
94 post pubblicati
circa 32.000 pagine visitate
oltre 92.000 pagine visitate dall'apertura del blog
1 pagina Facebook dedicata all'attività del blog 
1 stazione di monitoraggio sismico locale
2 location per l'ascolto radio e i monitoraggi

Durante il 2015 sono continuate le collaborazioni sui diversi temi trattati nel blog in particolare sul tema delle sperimentazioni radio e del radioascolto.

Inoltre continua lo studio sperimentale dei precursori sismici, con particolare attenzione a quelli elettromagnetici ed alle Earthquake Light (EQL).
Ancora una volta è bene ricordare che tali studi sono condotti in via amatoriale e sperimentale.

Non resta quindi che Augurare a collaboratori e amici, nonché a lettori e curiosi, un proficuo 2016 all'insegna della sperimentazione e della ricerca.

Se volete rimanere aggiornati sull'attività del blog potete anche seguire la pagina Facebook www.facebook.com/ricercasperimentazione