martedì 25 gennaio 2011

Boati in Fadalto - agg01

Da alcune settimen si rilevano nella zona del Fadalto, a nord di Vittorio Veneto una serie di boati che stanno facendo crescere la preoccupazione tra la popolazione.
Eccovi una serie di articoli sulla questione.

da Corriere del Veneto
Fadalto, boati nella notte. E' panico tra i residenti
Da alcune settimane vengono avvertiti misteriosi botti. Giallo sulle cause: terremoto o lavori alla centrale dell'Enel?

È giallo su una serie di oscuri boati in Fadalto. Da alcune settimane a questa parte, ma con particolare frequenza in quest’ultimo weekend, la località a nord di Vittorio Veneto è teatro di misteriosi botti che vengono avvertiti soprattutto di notte. A sentirli, spesso nel cuore della notte, sono in particolare gli abitanti di Fadalto Basso e Fadalto Alto, frazioni abbarbicate lungo la Statale 51 di Alemagna, al confine tra le province di Treviso e Belluno. Ad esprimere preoccupazione non sono comunque solo i residenti, bensì anche gli amministratori locali, pure alla luce delle segnalazioni presentate dai carabinieri e dai vigili del fuoco. Il distaccamento dei pompieri si trova a Nove, centro abitato situato subito a ridosso della zona interessata dall’allarmante fenomeno. Tante le ipotesi sulle cause, ma nessuna certezza: avvisaglie di un terremoto, assestamenti delle falde, lavori di manutenzione alla centrale idroelettrica dell’Enel? Molte domande, ma ancora nessuna risposta. Proprio per questo per le prossime ore si attendono sviluppi da un incontro tra i vari enti coinvolti.
A.Pe.
24 gennaio 2011


dal portale Oggi Treviso www.oggitreviso.it

NUOVO MISTERIOSO BOATO IN FADALTO
Avvertito nella zona dei Laghi Blu. Molte le chiamate ricevute dai Vigili del Fuoco


VITTORIO VENETO - Non è il primo boato quello avvertito ieri sera, domenica, verso le 18, in Fadalto.
Da ormai alcune settimane molti abitanti del Fadalto avvertono dei boati a ore differenti della giornata. Cosa sia a causarli, ad oggi ancora non è ben chiaro.
«Non si riesce a capire da dove vengono - spiega Antonio Della Libera, geologo ed ex sindaco della città che abita proprio in Val Lapisina - penso sia qualcosa comunque a livello superficiale. Se fossero dei terremoti - precisa - i sismografici avrebbero rilevato i movimenti della terra». E la paura tra i residenti che quei boati fossero delle scosse di terremoto, ad oggi non confermate dai sismografici, era nata proprio dall'alta sismicità con cui è classificata la zona.
Fatto sta che anche ieri sera un nuovo boato è stato avvertito nella zona dei Laghi Blu. Diverse le segnalazioni arrivate al 115 da residenti in via Gaviol, Banche e Fadalto Alto.
«Mancavano due minuti alle 18 - racconta Silvano De Nardi, presidente di quartiere della Val Lapisina, riportando la testimonianza ricevuta da una persona che si trovava lì in quel momento - e nella zona dei Laghi Blu si è sentito un boato e questa persona mi ha detto di aver avvertito anche il terreno tremare. Di certo va appurata se si è trattata di una scossa o di uno dei boati di cui ad oggi, ancora, non sappiamo l'origine. La cosa - chiude - è più preoccupante di quanto si pensi e dovrebbe essere al più presto verificata».
Per far luce su questi eventi già da una decina di giorni sono al lavoro gli uomini della Polizia Locale e della protezione civile, Vigili del Fuoco e geologi.
Questa mattina sul sito dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia non viene segnalato alcun terremoto nella zona del Fadalto registrato nel tardo pomeriggio di ieri. L'elenco riporta solo una scossa di magnitudo 1,4 alle 21,16 UTC nel distretto sismico delle Prealpi Venete con epicentro tra Ponte delle Alpi, Soverzene e Belluno.
«La zona è stata monitorata - precisano questa mattina i Vigili del Fuoco - c'è stata una piccola scossa di terremoto e si sono avvertiti degli scoppi che stiamo tenendo sotto controllo».