sabato 11 settembre 2010

Sistemazione Stazione Radio

Ieri pomeriggio stanco della settimana lavorativa ho avuto un momento di pazzia e ho deciso di rimettere mano all'assetto della stazione radio.
Ho risistemato cavi, ho riposizionato alimentatori, ho ricablato alcuni collegamenti. In definitiva oltre ad una maggiore fruibilità degli spazi credo di aver diminuito un po di QRM.
Gli apparati restano sempre gli stessi: il Kenwood R-1000 per le HF, lo scanner U/VHF Uniden UBC220XLT, e l'ICOM IC-3210E ancora per le U/VHF. Per quanto riguarda le antenne gli spazi non permettono grandi cose e continuo ad accontentarmi di un'antennina veicolare per le U/VHF, una stilo per le HF e un pezzo di cavo che funge da filare per LF e MW anche se sto pensando di provare a costruire qualcosa.
Ho deciso di non rimontare i CB in quanto da queste parti sembra non parlarci più nessuno se non i camionisti di passaggio. Casomai all'occorrenza li ritirerò fuori ma per ora stanno bene dove stanno.
Non manca infatti nella nuova configurazione della stazione un banco da lavoro nella speranza sia di buon auspicio per la mia applicazione e i miei studi per imparare a fare un po di autocostruzione.
In futuro potrebbero trovar posto nuovi apparati radio necessari al monitoraggio e allo studio di possibili precursori sismici elettromagnetici.

Eccovi alcune foto della stazione radio sistemata.
Una vista generale della stazione radio...
...gli apparati radio...

...il computer necessario alla decodifica di vari sistemi digitali CW, APRS, RTTY, HF-FAX, per il monitoraggio sismico che avviene mediante l'accellerometro (la scatolina grigia che vedete nella prima foto accanto al cavalletto della scrivania) e per altre utilità varie...
...ed infine il banco da lavoro nella speranza non sia spazio perso!