martedì 19 gennaio 2010

Evento sismico Haiti - agg 05

E’ operativo da ieri sera l’ospedale da campo arrivato nella giornata di sabato con un volo dall´Italia, installato ad Haiti nella zona di Petionne Ville - presso l'ospedale pediatrico Saint Damien.
A decidere la localizzazione dell'ospedale sono stati i tecnici dell'advanced team italiano composto da personale del Dipartimento della Protezione Civile, della Croce Rossa italiana e della Difesa inviato dal Governo e atterrati il 14 gennaio nell'isola caraibica devastata dal terremoto.
La struttura sanitaria, che è in grado di trattare 150 pazienti al giorno, è dotata di una sala operatoria attrezzata. A gestire l'ospedale da campo, un team di 20 medici e infermieri specializzati in chirurgia d'urgenza di Pisa, impegnato già nei primi interventi e nell'assistenza ai feriti. Questa sera è prevista la partenza di un cargo con altro materiale sanitario, aiuti umanitari, 3 potabilizzatori, 100 tende, 21 generatori di corrente e materiale elettrico, 1.000 brandine e altre attrezzature. I generatori hanno una potenza pari a 3 Kw e ognuno è completo di una torre faro da 300 watt, mentre i potabilizzatori sono in grado di produrre ciascuno 4.000 litri di acqua al giorno.
Il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha partecipato questa mattina insieme al sottosegretario agli Esteri Vincenzo Scotti alla riunione straordinaria dei ministri dello Sviluppo dell'Unione Europea dedicata ad Haiti. L'Italia ha ribadito la centralità di un coordinamento tra i Paesi dell'UE e delle Nazioni Unite, per massimizzare l'efficacia degli interventi.
Nella giornata di ieri, 17 gennaio, è atterrato all’Aeroporto di Ciampino il Falcon 900 con a bordo i primi 13 connazionali rientrati dall'isola.

Due voli del governo italiano stanno portando aiuti alla popolazione di Haiti colpita dal terremoto. Un primo volo, organizzato dalla Protezione Civile italiana, è partito ieri sera dall’aeroporto di Roma - Fiumicino. A bordo sono stati caricati tende, effetti letterecci, materiale elettrico e mezzi tecnici per le telecomunicazioni, oltre che medicinali e viveri di pronto impiego.

Verranno trasportate ad Haiti anche 20 tonnellate di razioni alimentari pronte all’uso, donate dalla Protezione civile Italiana al Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP). L'atterraggio del volo è previsto per oggi.

Alla base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD), gestita a Brindisi dal WFP, si stanno completando in queste ore le operazioni di carico di un MD 11 della Cooperazione Italiana allo Sviluppo. Il volo, in partenza questa mattina alla volta di Port au Prince, trasporterà tra l’altro tende, coperte, purificatori per l’acqua, materiale sanitario e biscotti ad alto contenuto energetico. A bordo ci saranno anche una tenda gonfiabile e kit per l’igiene personale.

Nell’ospedale da campo allestito nella zona di Petionne Ville – presso l’ospedale pediatrico Saint Damien - sono al lavoro i medici della Protezione Civile e i venti specialisti e infermieri della chirurgia d’urgenza di Pisa, che gestisce la struttura sanitaria. Circa 200 le persone ricoverate. Gli interventi realizzati sono soprattutto di tipo traumatologico. Il personale medico arrivato dall’Italia è al lavoro ininterrottamente dalla serata di domenica 17 gennaio nell’ospedale da campo, ma anche come supporto all’ospedale pediatrico.

Fonte Dipartimento Nazionale Protezione Civile